“Fermiamo le banche!”: il movimento politico di Scilipoti e Alfonso Luigi Marra


di | 30 Nov 2011

Fermiamo le banche!: il grido che si leva alto arriva dall'onorevole Domenico Scilipoti, ex Italia dei Valori e attuale leader dei Reponsabili vicini a Berlusconi, e Alfonso Luigi Marra, scrittore e filosofo. Sabato 26 novembre 2011 i due hanno lanciato al Teatro Quirino di Roma un movimento politico finalizzato, si legge nel comunicato, "alla costituzione del Comitato Promotore del referendum per l'abrogazione delle sei gravi leggi anticostituzionali, quattro delle quali recentissime, regala-soldi alle banche, e per l'abolizione del signoraggio bancario". Sul palco Scilipoti è un fiume in piena: "E' arrivato il momento che le persone perbene, che siano di destra o di sinistra non importa, si mettano insieme per una democrazia popolare contro quel gruppo trasversale che ha come obiettivo la distruzione dell'umanità nel nome dell'odio e del capitalismo più becero. Per le mie idee sono disposto anche a morire". Anche Marra non è tenero: "La Bance Centrale Europea è un'organizzazione criminale privata gestita da privati che governa il Parlamento europeo che governa i Parlamenti che governano il mondo". Testimonial d’eccezione Sara Tommasi, ex showgirl laureata in Economia delle istituzioni e dei mercati finanziari alla Bocconi, che per lanciare il neo partito ha girato uno spot completamente nuda tradotto in dieci lingue.