Finmeccanica-Enav: Selex e il sistema dei fondi neri


di | 26 Nov 2011

Fatture false o inesistenti per gonfiare le commesse e accumulare fondi neri con cui foraggiare politici e manager. Lorenzo Cola spiega ai magistrati il sistema della sovrafatturazione di Selex Sistemi integrati, la società del Gruppo Finmeccanica guidata da Marina Grossi, moglie di Guarguaglini: "Gli appalti di Enav venivano affidati direttamente alla Selex che li girava a TecnoSky che è controllata al 100% da Enav che è sempre di Finmeccanica. Enav si occupava di subappaltare le commesse a una serie di aziende: con il ricorso alla fatturazione di operazioni e lavori inesistenti i costi lievitavano e si creavano provviste extra bilancio che finivano a manager e politici".  Marina Grossi sapeva? Cola spiega: "Sapeva che con le disponibilità extra contabili venivano pagati i vertici di Enav per l'assegnazione dei lavori di Selex. Una volta mi disse: È difficile lavorare con questi di Enav, per ogni cosa bisogna pagare...". L'inchiesta video di Servizio pubblico a cura di Walter Molino.