La Russa a Servizio Pubblico: “Monti fino al 2013? Sarebbe una sconfitta”


di | 13 Nov 2011

"Monti è una persona che tutti rispettiamo". Ignazio La Russa a Servizio Pubblico, discute delle possibili soluzioni per la crisi di governo. Governo d'emergenza o tecnico, oppure elezioni? Mario Monti o un altro premier? Poi il ministro della Difesa e coordinatore del Pdl affronta il problema della possibile frattura all'interno del partito e del centrodestra. Le sue parole nell'intervista a Sandro Ruotolo.

La Russa a Servizio Pubblico

"Il problema non è Monti. Il problema è se oggi all'Italia convenga un governo di qualunque genere con una somma di soggetti che lo appoggia o andare velocemente a elezioni e dotarsi così di un governo che con la forza del voto possa effettivamente prendere le necessarie misure" - spiega La Russa - "Voto o governo? Nel Pdl ne stiamo discutendo. Non faccio mistero che nei miei fondamentali della politica c'è che un governo o è benedetto da un voto popolare o almeno da comuni e certi valori. Un governo che venga appoggiato anche dalla sinistra sarebbe un'eccezione a questi fondamentali. Mi chiedo: perché non si sta cercando di fare un governo, anche tecnico, supportato però da forze omogenee? Se la Lega si chiama fuori si creerebbe una spaccatura importante a livello nazionale. Se il governo Monti si farà non potrà durare fino al 2013, non avendo legittimazione popolare. Lo considererei una sconfitta".