Valter Lavitola e i soldi di Silvio


di , , | 8 Nov 2011

Valter Lavitola oggi è in aula, imputato per corruzione insieme a Silvio Berlusconi, nel processo sulla presunta compravendita di senatori. Ma in cosa consistevano davvero i suoi rapporti con Silvio Berlusconi? Servizio Pubblico ve li racconta con un'intervista esclusiva allo stesso Lavitola e alcune ricostruzioni con attori. Capitolo 1: I soldi di Silvio Nel marzo 2011 Silvio Berlusconi ha promesso a Gianpaolo Tarantini, l’imprenditore barese coinvolto nel processo “escort”, un prestito di 500 mila euro. Il premier si è impegnato a fargli avere la somma tramite un conto estero di Lavitola, il faccendiere accusato di avere indotto Gianpaolo Tarantini a fornire false dichiarazioni ai pm. Per quattro mesi, nonostante le insistenze, Lavitola racconterà a Tarantini che i soldi del premier non sono mai arrivati. Il 17 luglio però, Gianpy scopre che Berlusconi quei soldi li ha versati da tempo e affronta Lavitola in una telefonata tesissima.