Prestito forzoso e titoli di Stato: la proposta di Servizio Pubblico


di | 16 Nov 2011

PRESTITO FORZOSO E TITOLI DI STATO

Per sanare i debiti dello Stato la proposta che arriva dai tecnici della Banca d'Italia e studiata da La Stampa è la seguente: chi ha un reddito di almeno 80-100mila euro all’anno sarebbe obbligato a comprare quote di fondi immobiliari creati ad hoc attraverso i quali mettere in vendita edifici pubblici. Noi di Servizio Pubblico proponiamo invece un altro tipo di prestito forzoso: chi ha un patrimonio superiore a 1 milione di euro (va esclusa la prima casa) sarebbe obbligato a comprare titoli di stato emessi a tassi allineati a quelli tedeschi, di poco inferiori al 2 per cento. Lo Stato risparmierebbe così circa 5 miliardi di euro l'anno. Quale soluzione preferite? Quella della Banca d'Italia o la nostra? Le due strade nella discussione tra la nostra Giulia Innocenzi e Gianni Dragoni, giornalista del Sole 24 ore.