Valter Lavitola e le nomine


di , , | 8 Nov 2011

Valter Lavitola e le nomine. Nel 2009 si combatte una guerra sotterranea per la nomina dei nuovi vertici della Guardia di Finanza. Tra le due fazioni in campo una fa riferimento a Silvio Berlusconi, l'altra a Giulio Tremonti. Valter Lavitola sponsorizza all'ex presidente del Consiglio il generale Emilio Spaziante per il ruolo di capo di Stato maggiore e si ritrova in combutta con Paolo Poletti, il numero due dei servizi segreti italiani: "Ritengo che il premier in Italia abbia troppo poco potere. In particolare Berlusconi non conosce nessuno, è un tipo estroverso ma anche timido e non ha nessun contatto con nessuna istituzione, ha tutto in mano il dottor Letta. Reputo che il premier debba conoscere direttamente i vertici delle istituzioni: una di queste per me era Spaziante". Il servizio di Stefano Maria Bianchi, Walter Molino e Francesca Fagnani per Servizio Pubblico, programma di Michele Santoro.