Dicevano che ero il killer di via D’amelio


di | 21 Dic 2011

Gaetano Murana è tornato in libertà dopo quasi 18 anni di carcere. Il pentito Enzo Scarantino lo aveva accusato di essere uno degli esecutori materiali della strage di via D'Amelio, in cui morirono il giudice Paolo Borsellino e gli uomini della sua scorta. Condannato all'ergastolo con sentenza definitiva, Murana è tornato in libertà dopo che le rivelazioni di Gaspare Spatuzza hanno permesso ai magistrati di Caltanissetta di riscrivere la storia di via D'Amelio.