Se sei iscritto alla Fiom non puoi lavorare a Pomigliano


di | 20 Dic 2011

Alla Fiat di Pomigliano, mentre 4200 lavoratori restano in cassa integrazione, 500 sono stati ricollocati: tra questi, nessuno risulta iscritto alla Fiom. I metalmeccanici della Cgil denunciano la discriminazione in atto mentre gli operai tornano alle proprie postazioni senza proferire parola: “Se sei Fiom, ‘strappi la tessera o non lavori’, ce lo hanno fatto capire. Ne va della libertà sindacale, è allucinante: se hai un'idea diversa da quella di Marchionne non puoi lavorare all'interno della sua fabbrica. In Fiat c’è un clima di terrore, gli operai hanno paura e non parlano, sono tutti padri di famiglia. E' vero lo slogan che c'è all'ingresso: 'Noi siamo quello che facciamo', ossia quello che produciamo, non siamo più persone ma macchine. Questa è una galera”. Francesca Di Stefano inviata per Servizio Pubblico, programma di Michele Santoro, racconta quello che sta succedendo dentro e fuori lo stabilimento campano.