Santoro e Brunetta: “Il mercato non siamo noi”


di | 6 Dic 2011

A Servizio Pubblico è Santoro contro Brunetta. Animato dibattito in studio tra il conduttore e l'ex ministro sul tema del mercato. "Negli ultimi anni si è manifestata l'incongruenza del sistema. Il problema è finanziarizzazione dell'economia che è andata avanti con la globalizzazione. Il mercato non può essere al primo posto" spiega Santoro, "I posti di lavoro non si tagliano per caso. Comanda il mercato. E il mercato siamo noi" ribatte l'ex ministro Brunetta. Controreplica del padrone di casa: "Ma neanche per idea. C'è gente che il mercato non sa neanche cos'è, e che si sveglia la mattina chiedendosi se il posto di lavoro ce l'ha ancora o no".

Santoro e Brunetta

Sempre nel corso della trasmissione l'ex titolare della Pubblica Amministrazione si è detto assolutamente contrario alla patrimoniale in questo momento di crisi: "E' una tassa ingiusta che porterebbe alla depressione della nostra economia. Le società che detengono un grosso patrimonio immobiliare vedrebbero diminuire il loro capitale. La vecchietta che ha una casa di proprietà, magari di valore, non avrebbe i soldi per pagare e sarebbe costretta a venderla. Non è una questione ideologica. Insieme agli antibiotici vanno prese anche le vitamine. Per questo al governo mi sono spesso scontrato anche con Tremonti".