I Wagon Lits non ci sono più


di | 14 Dic 2011

I Wagon Lits non ci sono più: l'11 dicembre 2011 oltre 800 lavoratori del servizio notturno sono stati licenziati. Da Roma a Messina sono cresciute le tendopoli nelle stazioni. Ora Carmine, Giuseppe e Oliviero sono saliti sulla torre della Stazione di Milano Centrale: "Noi negli appalti ferroviari abbiamo lavorato a basso costo senza il contratto ferroviario applicato, non ci sono stati né contratti di primo né contratti di secondo livello, ci hanno preso a 990 euro come il peggiore degli immigrati con tutto il rispetto parlando. Dopo 35 anni ancora non si è mostrato nessuno davanti agli occhi miei a dire 'Io ti tutelo' e questa è una pecca di tutti, dai sindacati alla politica passando per chi ci dà lo stipendio. Non si possono più sopportare queste cose".

Wagon Lits

Lo sfogo dei lavoratori a Servizio Pubblico, programma condotto da Michele Santoro: "Gli appalti in Italia nascondono solo beghe, soldi e mazzette. Nel mezzo c'è la gente. Italiani di Lecce, di Messina, di Trapani, di Milano. C'è gente con 30 anni di servizio che è costretta a salire su una torre per farsi ascoltare. Si sono trasferiti al Nord rinunciando alle loro radici e ora vengono trattati così. Tutto questo non può essere più accettato: l'Italia ci ha cancellato".