I fiori di Sanremo che il Festival non vuole più


di | 22 Feb 2012

C’è una Sanremo che non partecipa al Festival. Angela e Floriano Vedovato coltivano rose sulle colline alle spalle della città che ogni anno ospita la rassegna canora più famosa del nostro paese. Oggi però i loro fiori, i fiori di Sanremo, non li vuole più nessuno: non li vuole la Rai che non li usa più per addobbare il palco dell’Ariston, non li vogliono i mercati, che acquistano fiori a basso costo da Olanda, Kenya, Ecuador, Colombia. Così i Vedovato pensano di chiudere la loro azienda, come la maggior parte dei produttori di fiori della zona: "Noi la crisi la viviamo tutti i giorni: c'è una concorrenza spietata e sleale, il gasolio che costa 30mila euro l'anno, poi ci sono l'energia elettrica, gli insetticidi. Alla fine ci rimettiamo 10mila euro; sono costi insostenibili. E la Rai ha cominciato a snobbarci, non sappiamo perché. Siamo pieni di debiti con le banche e dovremo chiudere".