Sugli arresti del 15 ottobre


di | 7 Mar 2012

Durante gli scontri del 15 ottobre a Roma Ilaria, giovane dialogatrice Unicef, è stata arrestata con l'accusa di resistenza pluriaggravata a pubblico ufficiale. Ha passato un mese nel carcere di Rebibbia. Poi, agli arresti domiciliari. L'8 marzo è arrivata la sentenza di primo grado: due anni e quattro mesi di reclusione e pagamento di un'ammenda per Comune di Roma, Atac e Ama. La pena tuttavia è sospesa, quindi Ilaria è libera e senza menzione nel casellario giudiziale. Questo è il suo racconto.