Francesco Belsito e tutti gli affari della Lega Nord


di , , , , , | 19 Apr 2012

Tutto inizia a Genova, l'8 gennaio 2012. Il Secolo XIX scopre alcuni investimenti esteri della Lega Nord: 7 milioni di euro di rimborsi elettorali verso Tanzania, Cipro e Norvegia. Protagonisti sono l'allora tesoriere Francesco Belsito e l'imprenditore veneto Stefano Bonet, oggi arrestati con accuse che vanno dall'associazione per delinquere alla truffa aggravata al riciclaggio, e Paolo Scala che si fa chiamare 'L'avvocato' anche se non lo è.

Francesco Belsito e i rimborsi elettorali

Operazioni finanziarie dubbie, ipotesi di tangenti e riciclaggio, fino ad arrivare ai soldi spesi in diamanti e lingotti d'oro, o quelli per "The Family": la storia dello scandalo che ha travolto la Lega di Umberto Bossi. RITRATTO DI BELSITO: LE STRANE ORIGINI DELL'EX TESORIERE