Caro Beppe Grillo: l’editoriale di Michele Santoro


di | 24 Mag 2012

"Caro Beppe Grillo, vorrei parlarti con un certo affetto, mi hai sempre fatto sperare tanto in un cambiamento. Ti dedico le immagini dei funerali di Giovanni Falcone e della scorta, perché io questo intendo per servizio pubblico. Tu però hai bisogno di dire che noi giornalisti siamo tutti uguali".  L'editoriale di Michele Santoro nel corso della puntata di Servizio Pubblico del 24 maggio 2012 e l'appello al leader del Movimento 5 Stelle.

Caro Beppe Grillo ti scrivo

"Hai bisogno di dire che siamo tutti uguali perché così puoi tenere i tuoi ragazzi lontani dalle telecamere e permettere al tuo socio Casaleggio di avere sempre tutto sotto controllo. Insomma Movimento va bene ma non troppo. Se i tuoi ragazzi sono contenti di non avere altro Dio al di fuori del tuo blog, sono fatti vostri.  Ma io da oggi riderò un po' meno".