Theodoros Koudounas: “Vi racconto l’Alba Dorata della Grecia”


di | 17 Mag 2012

Alle ultime elezioni politiche in Grecia il partito di estrema destra Alba Dorata ha raccolto un grande consenso popolare, raggiungendo il 7% dei voti. Quali sono i punti del loro programma? Uno dei leader del movimento, Theodoros Koudounas, lo racconta a Giulia Innocenzi: "Noi vogliamo rimanere nell'Euro, visto che lo abbiamo pagato caro. Per colpa loro abbiamo distrutto la nostra industria e la nostra agricoltura. Ma se con le loro politiche assurde continueranno a cercare di annientarci restare nell'Ue o andare via sarà la stessa cosa".

Theodoros Koudounas a Servizio Pubblico

"Barroso ci attacca? E' uno di quelli che governa l'Europa, che l'hanno distrutta e ridotta in povertà. Fra non molto saranno cacciati via" - spiega Koudounas ai microfoni di Servizio Pubblico - "Noi di Alba Dorata non siamo nazisti. Siamo nazionalisti laici e serviamo il nostro Paese. Ce ne prendiamo cura. Hitler? Abbiamo le nostre particolarità e non possiamo identificarci né con il fascismo né con il nazismo. Vogliamo creare una civiltà nuova, un uomo nuovo". Sugli immigrati la posizione è netta: "Prima la parola immigrato neanche si usava. Noi ci siamo opposti da sempre. I regolari sono solo poche migliaia, a tutti gli altri creeremo tanti di quei problemi che saranno costretti ad andarsene".