Dies Iren: Beppe Grillo torna a Parma


di | 23 Set 2012

Il leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo è tornato a Parma dopo quattro mesi e ha parlato a lungo del discusso inceneritore: "L'inceneritore è un sistema che sta crollando, e proprio grazie al movimento che è entrato in Comune stanno uscendo delle verità vergognose su queste multiutility. Dies Iren è a rischio fallimento e prima o poi fallirà. Poi i debiti e le nefandezze ce le divideremo noi a Parma, Reggio e Piacenza. I servizi vanno gestiti direttamente dai Comuni senza passare da società quotate in Borsa. Non si è quotato in borsa Iren, si è quotato in borsa il Pd che amministra tutti i suoi Comuni soci, Torino, Genova, Reggio Emilia, Piacenza, tranne il Comune di Parma". Il reportage di Luca Bertazzoni per Servizio Pubblico.

Dies Iren: parla Grillo

"Perché i servizi essenziali per il cittadino come i rifiuti sono gestite da società esterne e non direttamente dai Comuni? Perché i costi di amministratori delegati, consiglieri di amministrazione, presidenti di queste multiutility sono scaricati sulla comunità sotto forma di aumento delle tariffe? Perché quotare in Borsa società che operano in regime di sostanziale monopolio partecipate dagli stessi clienti a cui forniscono i servizi? Se queste dovessero fallire i debiti chi li pagherà? I Comuni già indebitati? Al posto delle economie di scala, i maxi debiti di scala?".