Ergastolo al killer di Lino Romano: le parole della fidanzata


di | 26 Ott 2012

Lino Romano, bravo trentenne in procinto di sposarsi e di firmare l'agognato contratto di lavoro a tempo indeterminato, era stato ammazzato dalla camorra per uno scambio di persona a ottobre 2012. Il processo con rito abbreviato ha portato alla condanna all'ergastolo per il suo killer, Salvatore Baldassarre. La fidanzata di Lino, Rosanna, aveva raccontato la drammatica storia al microfono di Claudio Pappaianni per Servizio Pubblico.

Lino Romano: la storia

"Era una persona straordinaria" - racconta commossa la fidanzata - "Da casa mia ho sentito tutto, l'ho chiamato subito sul telefonino. Non mi ha risposto, sono scesa giù e l'ho visto. Questa storia non deve essere dimenticata. Lino è vivo, la camorra è morta: questa gente deve marcire in carcere a vita". Lino fu scambiato per uno spacciatore e fu ucciso con una raffica di colpi: chi sparò non si accorse che aveva sbagliato persona, fidandosi del segnale lanciato via sms dal basista e aprendo il fuoco sulla prima persona uscita dal palazzo.