Mario Grossi: “Chi aiuta noi terremotati?”


di | 16 Nov 2012

Mario Grossi viene da un paese emiliano colpito dal terremoto. I soldi ancora non sono arrivati ed i problemi sono stati risolti non pensandoci. Ma quanto può durare ancora? Ed i sindacati dove sono e cosa hanno fatto? Il suo sfogo a Servizio Pubblico, programma condotto da Michele Santoro.

Mario Grossi a Servizio Pubblico

"San Felice è il mio paese. E' stato colpito da questo terremoto inaspettato che ci ha cambiato la vita. Di soldi finora non ne è arrivato nulla" - denuncia Mario - "Siamo molto delusi dal comportamento del nostro governo. Ormai sono passati sette mesi, non abbiamo ancora chiaro quello che ci verrà dato, se ci verrà dato e quando. Le banche non ci aiutano, è un grosso problema. Io sono proprietario di un pastificio che ora è crollato, non ha neanche festeggiato un anno. Non so come fare: ho il mutuo da pagare e nessuno mi dà una lira. Non conto niente per la società. Le banche sono pronte a pignorarmi qualsiasi cose. Possibile che in questo paese solo le banche possono supportare la piccola e media impresa? Non sarebbe ora di mettere su un fondo di sostegno? Sapete perché l'Italia è in questa situazione? Perché il potere è concentrato nelle mani di 30 persone".