Renzi sull’agenda Monti: “Perse tante occasioni”


di | 23 Nov 2012

Il candidato alle primarie Pd Matteo Renzi spiega la sua posizione su Monti, sulla sua agenda, sul suo governo e su un possibile secondo mandato: "Bersani dopo la caduta di Berlusconi ha preferito andare a un governo tecnico. Bisognava invece invocare a gran voce le elezioni: il governo tecnico è stata una sconfitta per la politica" afferma il sindaco di Firenze.

Renzi sull'agenda Monti

"Monti ha già dato come capo del governo. Se vince la destra governa la destra, se vince la sinistra governa la sinistra. Magari Monti potrà avere un riconoscimento istituzionale importante: è stato decisivo nel recupero della credibilità dell'Italia all'estero. Ministro dell'Economia in un mio governo? Lo escluderei" - dice Renzi - "L'agenda Monti? E' un governo che ha perso tante occasioni. Detto ciò Monti non è un nemico".

Renzi su Bersani

"Se in 25 anni di Parlamento non vi siete accorti del disastro a cui stavamo per andare incontro allora davvero serve la rottamazione" - spiega Renzi sempre a Servizio Pubblico - "La vera sfida della politica non deve essere quella di affidarsi necessariamente soltanto a uno, seppur autorevole. Il sogno della mia generazione è avere una leadership capace nel dire cosa vuole fare. Non sono per il Monti Bis, sono per la politica che fa il suo mestiere. A Bersani dico che nel 2011 bisognava andare ad elezioni: avremmo vinto. Non ci siamo andati perché la nostra maggioranza non era considerata credibile dai cittadini italiani, non prendiamoci in giro. La foto di Vasto non ha impaurito i mercati ma i cittadini. Uno sta con Monti, uno contro Monti, uno entrambe le cose a seconda dei giorni pari o dispari".