Favia a Servizio Pubblico: “Questa classe dirigente è la causa della crisi”


di | 21 Dic 2012

Giovanni Favia a Servizio Pubblico dice la sua sulla crisi italiana: "L'economia del Paese non può essere risanata dalle stesse persone che ci hanno portato alla crisi. La classe dirigente è la causa non la soluzione. Non possiamo farci aggiustare da chi questa crisi l'ha causata". L'ex eletto del Movimento 5 stelle racconta poi la sua cacciata: "Anche se vorrei spersonalizzare un po' la questione...".

Favia a Servizio Pubblico

"Devo riuscire a gestire la rabbia e la delusione che nasce dalla separazione rispetto all'attaccamento che ho avuto a questi anni a un mio sogno, che è anche il sogno di tanti altri, ossia il Movimento 5 Stelle" - spiega Favia - "Se mi mettessi oggi a fare la guerra a Grillo e Casaleggio farei una cosa sbagliata. Quando ho iniziato a far politica il mio nemico era questo ceto politico. Di certo non mi farò trascinare dall'emotività, i bei ricordi prevalgono sul rancore".

Favia prima della cacciata

Cosa diceva Favia sempre a Servizio Pubblico il 19 aprile 2012, prima della cacciata dal M5S? "Quando sono entrato nel Movimento ero disgustato dalla politica. Grillo proprietario del marchio? Quello che conta per me è fare politica sul territorio, avere il nome di Beppe è una garanzia. Una figura simile ci vuole, in questo momento siamo un germoglio...".