Ingroia su Monti: “È il mio vero avversario”


di | 25 Gen 2013

"Ritengo Berlusconi politicamente finito. Dopo vent'anni gli italiani sono vaccinati". Con questa frase Antonio Ingroia identifica in Monti il suo vero avversario politico: "Saremo alleati del Pd solo se non si alleerà con il professore"

Ingroia su Monti

Il leader di Rivoluzione Civile spiega: "Berlusconi non è più un pericolo, non c'è nessuna possibilità che vada al governo. Monti invece ha ottime possibilità di tornare a Palazzo Chigi. Tirarmi indietro al Senato per non ostacolare il Pd? Sono discorsi teorici. Valuterei solo se i dem giurassero di non andare al governo con Monti. Che finché c'è stato ha fatto le stesse identiche politiche del governo Berlusconi".

Ingroia sulla politica

"Io mi assumo l'impegno appena entrato in Parlamento di fare una legge sulla questione del rientro in magistratura di chi ha scelto di entrare in politica. Il problema non è il diritto costituzionale a entrare in politica ma che si evitino le porte girevoli" - spiega Ingroia sempre a Servizio Pubblico - "Io ho già dichiarato che non tornerò mai a fare il pubblico ministero a Palermo a occuparmi di mafia e politica. Non escludo invece di tornare a fare il magistrato da un'altra parte. Per esempio è il caso di Ayala, ex componente del pool anti mafia, oggi è giudice civile, si occupa di separazioni ed eredità".