Salvini sul federalismo: “Ogni regione si tenga il 75 per cento delle sue tasse”


di | 18 Gen 2013

Ospite di Servizio Pubblico, Matteo Salvini spiega le ragioni per cui la Lega appoggia l'alleanza con Berlusconi e le priorità che il movimento del Carroccio si pone. A partire da un nuovo federalismo: "I lavoratori del San Raffaele che rischiano il posto in questa settimana se ne fregano delle alleanze e di quello che fa Fini".

Salvini sul federalismo

"A chi perde il lavoro non interessa se Berlusconi e Fini litigano. Noi ci alleiamo perché proviamo a fare in Lombardia e nel Nord quello che non siamo riusciti a fare a Roma anche a causa dell'ostruzionismo di Fini. Che al termine del percorso d'approvazione del federalismo fiscale si sfilò" - spiega Salvini - "I dati della Ragioneria ci dicono che le due regioni che hanno ricevuto di meno come trasferimenti dello Stato sono Veneto e Lombardia, poi l'Emilia Romagna. Da qua il progetto che ogni regione si tenga il 75% delle sue tasse".

Salvini contro i sindacati

Sempre nel corso della puntata di Servizio Pubblico Salvini attacca i sindacati - "Conosco benissimo i dipendenti pubblici che lavorano a Milano. Dove spesso i sindacati difendono solo gli interessi dei loro capofila"- accusa il leader della Lega Nord nel corso del dibattito in studio con il numero della Fiom Landini - "Dove è impossibile licenziare anche solo un dipendente che ruba. Il dipendente onesto lavora anche per il dipendente che sta in malattia per tre mesi. Fino a che si difenderanno solo le tessere non faremo passi avanti".