La crisi e le proposte di Renzi


di | 8 Feb 2013

Matteo Renzi, candidato alle primarie del Pd e sindaco di Firenze, propone ed indica le sue idee sulla crisi e come rilanciare l'economia. E cosa pensa sull'uscita di scena di Berlusconi. "Temo che una parte importante del sistema politico italiano non abbia consapevolezza del grado di rabbia e frustrazione dell'opinione pubblica. Nel mio giro in camper ho toccato circa 87 province italiane. Prevale un sentimento di assoluta lontananza dai partiti" - spiega il primo cittadino del capoluogo toscano - "Bisogna però stare attenti a non fare di tutta l'erba un fascio. Vanno ad esempio distinti gli indagati in attesa di giudizio e i condannati. Siamo in un Paese in cui fortunatamente prevale la presunzione d'innocenza". Tra le proposte di Renzi per superare la crisi c'è la lotta alla corruzione: "Sono 60 miliardi di euro l'anno".

Pd, le proposte di Renzi

"Mio figlio mi ha detto: Papà, tre mesi lontano da casa no. Io voto Bersani" - scherza Renzi dal palco di una manifestazione di sostegno alla sua candidatura a segretario dem - "Le piazze e i teatri pieni cosa ci dicono? Sono la dimostrazione che se uno parla di cose concrete e progetti reali, con un linguaggio non politichese, trova persone disponibili a dare una mano. Le regole? Non trovo logico cambiarle in corsa".