Cacciari sul centrosinistra: “Reggerà la pressione di Grillo?”


di | 1 Mar 2013

Ospite di Servizio Pubblico, Massimo Cacciari sul centrosinistra ritiene che se l'intenzione è quella di trovare nelle posizioni di Grillo alcune cose propositive, allora è la strada giusta da percorrere. Bisogna vedere se il Pd è in grado di reggere l'impatto delle proposte grilline.

Cacciari su Grillo

"Smettiamola di fare esegesi sulle intenzioni di Grillo" - spiega il filosofo ed ex sindaco di Venezia sempre a Servizio Pubblico - "Ho letto gli otto punti di Bersani e sono le solite cose che si ripetono da vent'anni, Berlusconi intanto attende lo sfascio del Partito Democratico. I numeri dicono che il 75% degli aventi diritto al voto o non va a votare o vota Berlusconi o Grillo. Serve una critica di livello storico su questo fallimento epocale, siamo un Paese che va allo sfascio".

Cacciari e il Pd

"In una situazione di impotenza politica così clamorosa, come quella dimostrata da tutti i partiti in questi mesi di governo Monti, è evidente che un Movimento di protesta ha vita facile e arriva oltre il 20%" - chiarisce Cacciari - "Il Partito Democratico aveva la carta giusta in mano e non l'ha voluta usare: serviva una candidatura fuori dagli apparati tradizionali. Ossia Renzi. Lo sanno che tutti che con Renzi le cose sarebbero andate diversamente. Molti grillini avrebbero votato lui e non Grillo".