Caffè o cicoria? L’editoriale di Michele Santoro


di | 7 Mar 2013

Le scelte di Bersani per ottenere la fiducia al Senato: indirizzarsi verso il Pdl o verso il MoVimento 5 Stelle? Ma Berlusconi ha nuovi guai giudiziari e Grillo invece i partiti li vuole eliminare tutti per avere il 100% dei parlamentari. Caffè o cicoria? Cosa accadrà? L'editoriale di apertura di Michele Santoro per Servizio Pubblico. Sulle note di Pronti, partenza, via! di Fabri Fibra.

Caffè o cicoria

"Bersani parla di Grillo come Eduardo De Filippo parlava della moglie conversando con un vicino immaginario. Eduardo elencava le qualità del suo caffè mentre Bersani elenca le qualità di un governo probabile che si sente di fare. Però tutte e due si vedono costretti a dire: "Sa, mia moglie non collabora. Allora me lo tosto da me". Senza una moglie che collabori - Pdl o M5S - Bersani la fiducia al Senato non la può prendere. Quindi sarà costretto davvero a tostarselo da solo il caffè..."