Gelmini su De Gregorio: “Perché nessuno verifica?”


di | 15 Mar 2013

Secondo Mariastella Gelmini è necessario arrivare in fondo alla questione De Gregorio prima di giungere alle conclusioni: "Non sono mai stati dati denari in nero. Bisogna ascoltare tutti gli attori in gioco: perché nessuno verifica la veridicità delle sue parole?" spiega l'ex ministro dell'Istruzione ospite di Servizio Pubblico.

Gelmini su De Gregorio

Ecco cosa dirà pochi mesi più tardi proprio De Gregorio a Sandro Ruotolo in un'intervista esclusiva: "Ho dato tanto a Silvio e lui mi ha tradito". Il senatore parla di corruzione, fondi neri, Frank Agrama e Silvio Berlusconi. Il Cavaliere avrebbe corrotto con tre milioni di euro, grazie anche all'intermediazione dell’ex direttore dell’Avanti Valter Lavitola, l'allora senatore dell'Italia dei valori per farlo passare al centrodestra. L'obiettivo era quello di far cadere il governo Prodi. In primo grado sia Berlusconi sia Lavitola sono stati condannati a tre anni di reclusione. "Racconterete probabilmente un episodio di cui sono stato protagonista. E cioè il tentativo di bloccare una rogatoria in corso da parte della Procura di Milano nei confronti di prestanome per appurare se questi avessero occultato fondi per conto di Frank Agrama e di Silvio Berlusconi" - confessa De Gregorio - "Io correrò tutti i rischi che devo correre. Li ho messi in conto quando ho deciso di dire la verità. Chi è per me ora Berlusconi? Un politico che continua a lottare nonostante la sua epoca sia finita. Un uomo a cui ho dato tanto. Cui ho offerto la mia intelligenza e la mia capacità strategica e che probabilmente ha tradito la mia fiducia. Non ne valeva la pena".