Gli otto punti di Bersani: l’analisi di Marco Travaglio


di | 8 Mar 2013

L'analisi della situazione nel Pd espressa da Marco Travaglio nel suo editoriale per Servizio Pubblico. Gli otto punti di Bersani, proposti al Movimento 5 Stelle per un accordo di governo, non fanno chiarezza. Ecco perché il programma del segretario dem non supererà lo scoglio dello scetticismo grillino.

Quali sono gli otto punti di Bersani

Il 6 marzo 2013 Pierluigi Bersani ha presentato nel corso della Direzione Nazionale a Roma del Partito Democratico un elenco di otto punti "per un governo di cambiamento". La sintesi del Corriere della Sera:
1) Fuori dalla gabbia dell'austerità(conciliare la disciplina di bilancio con investimenti pubblici produttivi e ottenere maggiore elasticità negli obiettivi di medio termine della finanza pubblica); 2) Misure urgenti sul fronte sociale e del lavoro: allentamento Patto di stabilità; Riduzione e redistribuzione dell'IMU, blocco dei condoni e rivisitazione delle procedure di Equitalia; 3) Riforma della politica e della vita pubblica (tra cui revisione degli emolumenti di Parlamentari e Consiglieri Regionali e legge elettorale per doppio turno di collegio); 4) Voltare pagina sulla giustizia e sull'equità: legge su corruzione, prescrizione e falso in bilancio; 5) Conflitto interesse, incandidabilità, ineleggibilità; 6) Economia verde e sviluppo sostenibile; 7) Prime norme sui diritti: cittadinanza per chi nasce in Italia e norme sulle unioni civili di coppie omosessuali secondo i principi della legge tedesca; 8) Norme per settore istruzione e ricerca.