Santanchè sul governo: “Pd-Pdl unico accordo possibile”


di | 7 Mar 2013

“I numeri dicono che è possibile solo un accordo Pd-Pdl. Tutto il resto non esiste" Il post-voto secondo Daniela Santanchè sul governo ha le idee chiare. Così come sul Movimento 5 Stelle: "Io non voglio criticare Grillo. Posso criticare Crimi o altri che appartengono a questa setta; è difficile definirlo Movimento. Grillo è la persona più coerente che esiste, si è presentato agli italiani in campagna elettorale che voleva mandare Bersani in galera per la questione del Monte dei Paschi di Siena, Berlusconi idem per altri motivi.

Daniela Santanchè sul Movimento 5 Stelle

"Il voto che chiedeva era un voto anti sistema, un voto per uno che dice che vuole distruggere tutto. Il 25% degli italiani ha espresso questo voto di protesta. Bersani mi ha stupito, era inutile perdere tempo con i grillini" - spiega Santanchè che poi racconta - "In Parlamento c'è un'aria strana, ci sono strani atteggiamenti: i grillini si muovono in branco, non si abbandonano mai. Forse si controllano a vicenda invece che controllare noi. Questa è la rappresentazione plastica. La proposta dei 5.000 euro al mese di stipendio ai parlamentari? Sono d'accordo ma loro hanno già fatto un passo indietro". Poi cambiando argomento: "Io come madre ho insegnato a mio figlio il merito e la professionalità. Sono una madre ed ho cercato di insegnare i valori che sono importanti per me".