Intercettazione Ruby: “È successo un casino, ero una minorenne a casa di Berlusconi”


di | 16 Mag 2013

Si attende per Natale 2013 l'apertura di un nuovo fascicolo sul caso Ruby, il terzo. Questa volta in relazione ad alcune testimonianze, tra cui quelle delle ragazze di Arcore, a cui il Cavaliere versa 2500 euro al mese.

Intercettazione Ruby

E' la sera del 26 ottobre 2010. Al telefono con un'amica, Karima El Mahroug si sfoga: ''È successo un casino: sono uscita su tutti i giornali''. Quello stesso giorno, infatti, è stato pubblicato il primo pezzo sull'inchiesta Ruby, scritto da Gianni Barbacetto per Il Fatto Quotidano. Nello staff di Berlusconi sono tutti molto preoccupati, racconta la ragazza, ''perché sono minorenne''. Il Cavaliere le avrebbe detto: ''Salvami, fai la pazza''. Ruby: "Leggiti su Internet: Minorenne con Berlusconi" Amica: "Ma c'è la foto tua?" R: "No, c'è solo il nome e tutto. Lui mi ha detto: 'Cerca di passare per pazza, salvami'. E' venuto oggi lui, mi ha chiamato la sua segretaria due volte. E' venuto Lele, è venuto il mio avvocato da Milano che mi ha detto che dobbiamo trovare una soluzione: 'E' un caso che supera quello della D'Addario e della Letizia perché tu eri proprio minorenne'. Il 1° novembre faccio il compleanno ma non c'entra niente. Quando tu sei minorenne sei minorenne anche se sei pazza. Sei stata una minorenne a casa sua. Dio speriamo bene guarda". GUARDA ANCHE: "ERA UN PUTTANAIO"