Le verità di Ciancimino Jr


di | 24 Mag 2013

Nuove rivelazioni sulla Trattativa Stato-mafia da un testimone d'eccezione: il boss Totò Riina. "Io non cercavo nessuno, erano loro che cercavano me. Mi hanno fatto arrestare Provenzano e Ciancimino, non come dicono i carabinieri". In questa intervista esclusiva Massimo Ciancimino Jr, figlio dell'ex Sindaco di Palermo, Volto Politico del Clan dei Corleonesi, racconta gli anni del depistaggio.

Ciancimino Jr e il racconto degli anni del depistaggio

Sul papello: Massimo Ciancimino avrebbe fornito il documento "solo in fotocopia. Senza dare di ciò alcuna motivazione plausibile. Posto che la circostanza che si trovasse in cassaforte all’estero non avrebbe impedito la consegna dell’originale. Ed è evidente che le fotocopie, con l’uso di carte e inchiostri datati, impediscono l’accertamento delle epoche degli originali, oggetto della copiatura. [Ciancimino] non ha voluto rivelare chi gli avesse spedito il papello dall’estero, come da lui sostenuto. Né perché non potesse dirlo ai pm e ha detto di non conoscerne l’autore".