Patrizia D’Addario ad Annozero: “Quando incontrai Berlusconi”


di | 27 Giu 2013

Patrizia D'Addario racconta a Stefano Bianchi la notte passata con l'ex premier Silvio Berlusconi: "Sapeva che ero una escort". Ecco l'intervista choc ad Annozero.

Patrizia D'Addario ad Annozero su Berlusconi

"Confermo tutto quello che ho detto" - dice la D'Addario in merito alle notti con l'ex presidente del Consiglio e al compenso ricevuto da Tarantini - "Il giorno che mi presentarono Tarantini mi chiese praticamente subito di andare a Palazzo Grazioli e di incontrare il Presidente. Io gliel'ho detto subito che facevo la escort. Quella sera eravamo in tre, io ero lì per la cena, c'era un cachet. Che mi venne dimezzato perché quella volta non mi fermai lì la notte". E ancora: "Sono andata da Berlusconi due volte e sempre pagata. La seconda sera mi sembrava un harem. C'erano solo il presidente e Giampaolo Tarantini, eravamo più di venti ragazze e c'erano solo loro. Si ballava, si cantava. Ho parlato al presidente del mio progetto (un agriturismo, ndr) e lui mi ha detto che mi avrebbe aiutato. Invece non ho visto nessuno nel mio cantiere. Sono stata tradita. Come pure sulla mia candidatura politica alle Europee. Furono loro a offrirmela, non io a chiederla. E poi non mi fecero neppure entrare alla conferenze stampa del presidente a Bari". Sulle registrazioni: "Ho sempre registrato perché così mi sentivo più sicura. Non perché volevo ricattare qualcuno, non ho mai pensato ad una cosa del genere".