Clemente Mastella: “La fiducia di Berlusconi a Letta? C’avevo scommesso”


di | 4 Ott 2013

Clemente Mastella dice la sua sulle larghe intese, sulla sfiorata crisi di governo e sulla spaccatura del Pdl. L'intervista a Sandro Ruotolo per Servizio Pubblico. "Mi sarei divertito in questo Parlamento? Francamente sì. Anche io che qualche marachella l'ho fatta, non mi sarei assolutamente ritrovato a vedere questi colpi di scena susseguirsi. Siamo proprio a livello di scientificità, di accademia universitaria" racconta l'ex ministro della Giustizia del governo Prodi, da anni fuori dalle cronache politiche quotidiane.

Clemente Mastella, l'intervista

"Quando passai dal centrosinistra al centrodestra si scatenarono con me. Ora vedo gente che viene osannata..." - spiega Mastella a Servizio Pubblico - "Che Berlusconi avrebbe poi votato la fiducia al governo Letta l'avevo scommesso con alcuni vostri colleghi giornalisti. Era la sua ultima chance, si è adattato alla trama del film. Il fatto di dire Dimettetevi tutti, e tutti hanno fatto finta di farlo, era una cosa poco credibile. Forse sarebbe stato più giusto proporre le dimissioni dei soli ministri. La spaccatura del Pdl? Hanno spinto soprattutto quelli di Comunione e Liberazione, i Lupi, i Formigoni, i Mauro. C'è sempre stato questo progetto di creare un'area centrale, un'area moderata, vicina al Partito Popolare Europeo. Ma al momento del voto con chi farà l'alleanza?".