Decadenza di Berlusconi e voto palese. Le reazioni


di | 30 Ott 2013

Compatti in difesa del Cavaliere: dopo la decisione della giunta per il Regolamento, che ha optato per il voto palese sulla decadenza di Berlusconi dopo la condanna in via definitiva a 4 anni per frode fiscale, i falchi del Popolo della Libertà attaccano il governo. Le reazioni e i commenti nel servizio video di Manolo Lanaro.

Decadenza di Berlusconi: la questione del voto palese

La cronaca de Il Fatto Quotidiano:
La Giunta per il regolamento si è espressa a favore del voto palese sulla decadenza di Silvio Berlusconi. "E’ stato partorito un mostro giuridico, un mostro costituzionale, una legge contra personam", dichiara la senatrice del Pdl Anna Maria Bernini, al termine dei lavori della giunta. “Sono sinceramente indignata – ha concluso – ora la legge non sarà più uguale per tutti e questo voto non può restare senza conseguenze politiche”. Per la data dice il senatore Luigi Zanda (Pd): “Ora spetta al Presidente Grasso convocare la riunione dei capigruppo per calendarizzare il voto in Aula”. La senatrice Pd Anna Finocchiaro replica alle parole della Bernini sul rischio di una crisi di governo: “Una crisi sarebbe una follia, significhirebbe che nel Pdl l’unica cosa che sta a cuore è la figura del suo leader”.