Grillo sul voto palese


di | 29 Ott 2013

Nessun segreto. I portavoce al Senato del Movimento 5 Stelle e Beppe Grillo commentano i lavori della Giunta del Regolamento che decide sul voto palese o segreto in caso di decadenza di parlamentari condannati. Il leader dei grillini difende il M5S e attacca Pd e Pdl sulla decadenza di Berlusconi: "I partiti vogliono la licenza di mentire. Il segreto è un abominio".

Grillo e il voto palese

Questo il comunicato del M5S Senato sulla decadenza di Berlusconi: "Il MoVimento 5 Stelle è un movimento di cittadini che non sono disposti a mediare sul principio fondamentale della trasparenza. [...] In Parlamento, abbiamo condotto fin dall'inizio una battaglia politica senza sconti contro il voto segreto. Il voto segreto, per un rappresentante del popolo, non può esistere. E' un controsenso, un ossimoro. [...] Solo ieri avevamo chiesto, in aula, che il voto sulla decadenza avvenisse già la prossima settimana. Inutile aspettare ancora e tenere un Paese come questo, già sull'orlo del baratro, appeso al filo di una decisione che paralizza questo Governo ormai da mesi, nell'attesa di sapere se resterà in piedi o se è destinato a cadere. Pdl e PdmenoL, uniti dall'abbraccio mortale le cui spire stanno soffocando il futuro, avevano votato ancora una volta no, con la scusa dell'attesa di una chiarificazione della giunta su questo punto del regolamento. [...] A questo punto non hanno più scuse, il regolamento è stato chiarito: grazie al M5S sarà voto palese!"