Il ritorno di Luca Abbà


di | 24 Ott 2013

Cels, alta Val di Susa. Qui vive Luca Abbà, il giovane No Tav che il 27 febbraio 2012 cadde da un traliccio, ed è vivo per miracolo. Dieci giorni di coma, 109 di ospedale per quella scossa di 50mila volts, e quella caduta da 10 metri di altezza. Oggi Luca e la sua compagna Emanuela lavorano la terra, hanno l’orto, le castagne, gli animali.

GUARDA ANCHE GIANNI DRAGONI: GRANDI OPERE, GRANDI SPRECHI
GUARDA ANCHE "TAV: LE IMPRESE SABOTATE"
GUARDA ANCHE "NO TAV: SORELLE TERRORISTE?"
GUARDA ANCHE "TAV E DUBBI APPALTI" 
GUARDA ANCHE: "IL BOSCO INCANTATO"
GUARDA ANCHE: "SUSA, UN PAESE DIVISO"