Ipocrisia di Stato: la copertina di Servizio Pubblico


di , | 10 Ott 2013

Dal dramma dei migranti ai carcerati, dai morti di Lampedusa ai suicidi in cella, l’ipocrisia di uno Stato che non trova soluzioni ma s’indigna e rimbocca le maniche solo nell'emergenza: la copertina della terza puntata di Servizio Pubblico.

Ipocrisia di Stato

Qui un passaggio del racconto di Sandro Ruotolo nel suo reportage sulla strage in mare del 3 ottobre 2013:
I vivi e i morti di Lampedusa arrivano sul molo Favaloro. Qui il mare restituisce i cadaveri, gli abitanti si danno da fare generosi e stremati. La costernazione dei politici accende la rabbia e i migranti sopravvissuti che, in fuga da Paesi in guerra, si ritrovano a dormire per terra dentro al centro di accoglienza dell'isola. Questa è Lampedusa
BOLDRINI: IL SOCCORSO? UN DOVERE ETICO SANDRO RUOTOLO: I RADAR DI LAMPEDUSA