Nitto Palma sulla decadenza: “Pdl compatto”


di | 31 Ott 2013

Nitto Palma, ex ministro della giustizia, si sofferma sulla sentenza Berlusconi: il Cavaliere farà battaglia fino alla fine e il partito sembra essersi ricompattato nella battaglia sul voto palese e contro le scelte della giunta del Senato.

Nitto Palma sulla decadenza

Ma che fine ha fatto Nitto Palma? A giugno 2015 Dagospia scrive così:
Che fosse arrivato al limite della sopportazione l’aveva confidato agli amici più stretti: la “nuova Forza Italia” con le leve del comando affidate a Maria Rosaria Rossi e Francesca Pascale non fa per lui. E così, l’ex guardasigilli Nitto Palma, presidente della commissione giustizia del Senato, uno dei più fedeli a Silvio Berlusconi tra i leader della vecchia guardia berlusconiana, ha deciso: passerà al Gruppo Misto. La notizia, anticipata questa mattina da alcune agenzie, ha scatenato un vero e proprio putiferio: un addio così “pesante” sarebbe devastante per Forza Italia. Tanto più che, come sempre ribadito agli amici, Nitto Palma non ha alcuna intenzione di aderire né al gruppo di Raffaele Fitto, né a quello di Denis Verdini. A lungo corteggiato da entrambi, Palma ha rifiutato di essere etichettato come “dissidente” e meno che mai muoverebbe guerra a Silvio Berlusconi. Il suo disagio sarebbe dovuto solo e soltanto alla gestione del gruppo (e del partito) targata Rossi-Pascale.