Quanto costano le Grandi Opere


di | 24 Ott 2013

Ma quanto costano le Grandi Opere? Per qualità di strade, ferrovie, porti, siamo al 53esimo posto su 148 paesi. Eppure siamo tra quelli che spendono di più. Dal Tav al Ponte di Messina, dal Mose alla Salerno - Reggio Calabria, gli sprechi d’Italia raccontati da Gianni Dragoni. L'editoriale per Servizio Pubblico, programma di Michele Santoro.

Quanto costano le Grandi Opere

Cosa è cambiato negli ultimi anni? E' nato il MGO:
Il Monitoraggio finanziario delle Grandi Opere, MGO, di cui all’articolo 176 del “Codice degli Appalti”, è una forma di controllo dei flussi finanziari più stringente della “tracciabilità” prevista, in linea generale per le opere pubbliche, dalla legge n. 136/2010 e ss.mm.ii. e mira ad evitare infiltrazioni mafiose o, comunque, della criminalità organizzata nella realizzazione dell’infrastruttura considerata, consentendo di seguire, in via automatica, tutti i movimenti finanziari che intercorrono fra le imprese tramite l’utilizzo del CUP (Codice Unico di Progetto, che – ai sensi della legge n. 3/2003 – deve contrassegnare ogni progetto di investimento pubblico). Il sistema informatico di monitoraggio finanziario delle grandi opere – MGO è realizzato dal Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipe, in collaborazione con Sogei S.p.A.. Qualunque pubblicazione, cartacea o informatica, faccia riferimento alla collaborazione con il Dipe di soggetti terzi è da considerarsi inattendibile. Il Dipe non ha inoltre validato alcun sistema concepito da altri enti o imprese con la finalità di supportare gli attori del sistema MGO.