Cacciari sul Pd: “E’ un aborto”


di | 7 Nov 2013

Per Massimo Cacciari l'attacco alla Cancellieri è un modo abbastanza palese per attaccare l'attuale governo, nonostante l'intervento del ministro sia stato inopportuno. L'analisi si sposta poi sul ruolo di Renzi all'interno del Pd: "Lui deve fare il premier, non il leader di un partito nato male" spiega il filosofo ed ex sindaco di Venezia

Cacciari sul Pd

Sempre sul Pd e sempre a Servizio Pubblico, solo pochi mesi prima Cacciari spiegava come la carta Renzi avrebbe permesso ai dem di vincere le elezioni: "In una situazione di impotenza politica così clamorosa, come quella dimostrata da tutti i partiti in questi mesi di governo Monti, è evidente che un Movimento di protesta ha vita facile e arriva oltre il 20%" - spiega Cacciari - "Il Partito Democratico aveva la carta giusta in mano e non l'ha voluta usare: serviva una candidatura fuori dagli apparati tradizionali. Ossia Renzi. Lo sanno che tutti che con Renzi le cose sarebbero andate diversamente. Molti grillini avrebbero votato lui e non Grillo". CACCIARI CONTRO RENZI: NON SAI COSA È UN PARTITO