Guido Fissore e lo sbarco a Roma dei No Tav


di | 20 Nov 2013

I No Tav scendono a Roma. Obiettivo è il summit che si svolgerà a Villa Madama, tra François Hollande ed Enrico Letta: "Siamo solo una piccola delegazione" - spiega Guido Fissore, uno dei leader del movimento - "Perché l’ultima volta, il 19 ottobre, ci hanno descritto come gli unni che scendevano a Roma. Anche se non è poi successo nulla". Sul bus in molti parlano di cosa significherà questo nuovo incontro con i cugini francesi: "È una bufala, l’Europa non ha ancora detto quando e quanti soldi stanzierà. Come ogni anno firmeranno un accordo, con una postilla che permetterà di bloccare tutto in attesa della decisione di Bruxelles".

Guido Fissore e i No Tav

Il racconto di Cosimo Caridi per Il Fatto Quotidiano:
Sono una cinquantina i NoTav che ieri notte sono partiti dalla Valle di Susa in direzione di Roma. [...] In tanti suggeriscono ambiti più importanti su cui dovrebbero essere investiti i soldi destinati al Tav: “Bisogna ricostruire L’Aquila e dopo quest’ultima tragedia in Sardegna sembra chiaro che ci dovrebbero essere altre priorità. Piuttosto che un treno per il trasporto di merci che non ci sono”