Santoro contro Cuperlo: il dibattito in studio


di | 21 Nov 2013

Si accende lo scontro fra Michele Santoro e Gianni Cuperlo. L'esponente Pd sostiene che il partito abbia ancora un contatto con la realtà della gente, ma Michele Santoro lo incalza: "Come si fa a dire che non ci sia distacco? In Basilicataa ha votato meno del 50% degli elettori. Quale segnale serve ancora?"

Travaglio e Santoro contro Cuperlo

Anche Travaglio mette all'angolo Cuperlo: "Lei stesso ha chiesto al Pd di bloccare il tesseramento perché c'erano migliaia di tessere false. Poi si lamenta perché Santoro dice che i partiti fanno schifo" - pungola Travaglio - "Sulla cementificazione: c'è anche in quelle regione che avete amministrato voi. La Liguria è un chiaro esempio. La cementificazione porta soldi alla politica". E ancora: "La Legge Fornero l'ha votata lo Spirito Santo o la maggioranza Pd-Pdl che appoggiava il governo Monti? Il suo partito come ha votato? Lei come ha votato su quel provvedimento?". Cuperlo ribatte così: "Sì, abbiamo votato a favore di quella legge, in un passaggio drammatico per il nostro paese. Le sue critiche sono legittime e in parte anche condivisibili. Non ho assolutamente un atteggiamento di rifiuto dialettico".