Inferno Atomico: il promo del reportage di Servizio Pubblico


di | 23 Dic 2013

Inferno Atomico è il reportage realizzato da Sandro Ruotolo e Dina Lauricella nelle terre campane contaminate dai rifiuti tossici. In 20 anni, tra Napoli e Caserta, sono stati interrati 10 milioni di tonnellate di fusti nocivi. 410 mila camion che hanno fatto su e giù per l'Italia con il loro carico di morte, senza che nessuno li fermasse. "Abbiamo interrato novemila quintali di rifiuti e guadagnavamo 126 milioni di lire a notte" afferma Domenico Bidognetti. Cugino del boss dei casalesi "Cicciotto 'e mezzanotte".

Promo Inferno Atomico

All'interno del reportage il racconto delle mamme della Terra dei Fuochi. Sono tanti i bambini morti di tumore a causa dei rifiuti tossici sepolti in Campania. Sandro Ruotolo ha incontrato alcune mamme di questi bambini, mamme che si sono organizzate per evitare che cali il silenzio sulla vicenda: "Chiediamo giustizia per il futuro di quelli che verranno".

L'intervista a Roberto Mancini

Sandro Ruotolo ha incontrato in ospedale, dove era appena stato sottoposto ad un trapianto di midollo, Roberto Mancini. Il commissario della Criminalpol rivela: "Ogni 5 camion di mondezza era un camion pieno di soldi. La mia informativa è rimasta nel cassetto per 15 anni. Se l'avessero presa in considerazione, se avessero fatto ulteriori accertamenti, forse qualche morto si sarebbe potuto evitare".