Il caso Cancellieri-Ligresti: l’editoriale di Marco Travaglio


di | 16 Gen 2014

"Ormai i ministri del governo Letta che dovrebbero dimettersi sono talmente tanti che ci siamo dimenticati del caso Cancellieri-Ligresti. Anche perchè, malgrado l'età e il soprannome di Nonna Pina, con un iperattivismo da far invidia ai quarantenni si inventa una legge al giorno."

Cancellieri-Ligresti: la storia

Scrive Il Fatto:
Annamaria Cancellieri è indagata per le telefonate con Antonino Ligresti, fratello di Salvatore, arrestato dalla procura di Torino nell’ambito dell’inchiesta su Fonsai insieme alle figlie Giulia e Jonella. Il reato contestato dalla procura di Roma all’ex ministro della Giustizia, secondo quanto riportato da diversi quotidiani, è false dichiarazioni a pubblico ministero. I tabulati telefonici del ministro, la cui acquisizione è stata disposta dal procuratore capo della Capitale Giuseppe Pignatone, hanno evidenziato una serie di incongruenze nelle dichiarazioni rese dell’ex Guardasigilli al procuratore aggiunto di Torino, Vittorio Nessi, sulle telefonate intercorse con Antonino nei giorni in cui pendeva la richiesta dei domiciliari per Giulia Ligresti