Landini e il caso Fiat: “Povera Torino”


di | 9 Gen 2014

Maurizio Landini e il caso Fiat: il leaader della Fiom parla di una diseguaglianza sociale che è diventate emergenza. Ed a Torino la FIAT non basta più. E le aziende spostano le sedi all'estero per pagare poche tasse in paradisi fiscali.

Landini e il caso Fiat

"Noi abbiamo persone che hanno aumentato la propria ricchezza, il proprio benessere, le proprie proprietà e quelli che non ce la fanno. Io insisto: chi lavora è povero" - arringa Landini - "Al contrario di quello che dovrebbe essere, ossia se lavori vivi dignitosamente, oggi pur lavorando non solo non arrivi alla fine del mese ma non sei proprio in grado di mantenere la famiglia, di garantire gli studi ai tuoi figli. C'è una concentrazione della ricchezza in mano a pochi che non ha precedenti".