Quanto conta la politica nella lobby del gioco d’azzardo?


di | 19 Gen 2014

Quanto conta la politica nella lobby del gioco d'azzardo? Questa lobby, c'entra qualcosa con il condono offerto alle concessionarie pubbliche di gioco per scontare le famose multe miliardarie?  Dallo Speciale Servizio Pubblico Più "La Rapina".

La politica nella lobby del gioco d'azzardo

Il mondo del gioco d’azzardo è al centro del nuovo Speciale Servizio Pubblico Più, condotto da Sandro Ruotolo. Il reportage, realizzato da Stefano Bianchi e Paolo Santolini, è un viaggio dentro il grande affare delle slot machine e dei giochi di Stato fra concessionarie pubbliche vicine ai politici e condoni, gestori in odore di mafia e giocatori seriali rovinati, con le loro famiglie, dalle macchinette. Gli ospiti dell’approfondimento in studio sono il cantante Pupo, il senatore Nicola Morra del Movimento 5 Stelle, Matteo Iori, presidente del Conagga, Coordinamento nazionale gruppi per giocatori d'azzardo e Florinda Maione, psicoterapeuta della Siipac, Società italiana intervento patologie compulsive.