Cacciari: se manca un leader a destra è male per l’Italia


di | 20 Mar 2014

Massimo Cacciari sul centrodestra e la mancanza di leadership al suo interno. Secondo il filosofo in questo modo si spalancano praterie alle mosse di Renzi, ma questo non è un bene per l'Italia. Perché anche l'antipolitica può avanzare a passo svelto.

Massimo Cacciari sul centrodestra

Il filosofo analizza l'incapacità di rinnovamento del centrodestra: "Per Renzi è un punto di forza per il momento. Un punto di straordinaria debolezza per questo paese. In prospettiva elettorale questa mancanza di leadership nel centrodestra consegna praterie davanti a Renzi. Questo però non è un bene per l'Italia perché tutte le democrazie si reggono almeno sulla possibilità di un'alternativa. Due forze o due coalizioni in grado di governare ed esprimere una classe dirigente. Nel centrosinistra almeno hanno una leadership solida. Dall'altra parte sono in gravissima difficoltà e non possono risolvere la questione della dinastia, gli italiani avrebbero una sorta di repulsione. Nel centrodestra sono nei pasticci ma non va affatto bene per il paese".