La Russia di Lilin


di | 27 Mar 2014

La Russia di Lilin. Lo scrittore ricostruisce le vicende del suo paese alla luce del referendum in Crimea. Da Napoleone in poi la Russia ha sempre fatto solo guerre di difesa, tranne nelle tragiche battaglie dell'Afghanistan. In questo momento storico i conflitti si sviluppano principalmente dove i consumi si sviluppano di più.

La Russia di Lilin

L'analisi dello scrittore: "Io credo che il discorso sulle lobby delle armi sia molto importante. In questo momento storico tutti i conflitti sono concentrati nelle parti del mondo dove si consuma di più. Non voglio fare geopolitica perché sono uno scrittore però voglio riportare la gente verso il pensiero. L'uomo sta consumando troppo e questo sbilanciamento di consumo crea speculazione e guerra".