Evelina e “la clinica degli orrori”


di | 20 Mar 2014

Evelina Aliberti è stata operata presso la Clinica Santa Rita di Milano. Ricoveratasi per una protesi al ginocchio viene ricoverata per una macchia polmonare da operare subito. Dopo un anno il reparto viene chiuso ed emergono, stando ai pm, decine di operazioni inutili per ottenere rimborsi dal SSN.

Clinica Santa Rita di Milano

Il racconto di Evelina: "Tutti erano gentili. Sono andata lì per un'operazione al ginocchio, dovevo mettermi una protesi. Dopo gli accertamenti in Day Hospital prima dell'operazione mi chiamano dalla clinica dicendomi che il dottore aveva visto qualcosa che non andava. Sono andata dal dottore che mi ha comunicato che avevo una macchia al polmone sinistro. Io dissi al dottore che questa macchia me l'avevano già trovata in una tac precedente. Era una vecchia cicatrice causata da una polmonite avuta da bambina. Ma lui disse che non c'entrava niente e che bisognava intervenire il prima possibile perché c'era la possibilità che fosse un tumore maligno. In tre giorni mi hanno operata e così è iniziato il mio calvario".