Lucia Poli: “Un commerciante non ha duemila euro”


di | 6 Mar 2014

Parla Lucia Poli, la moglie di Eddy De Falco, il commerciante che si è suicidato perché non riusciva a pagare tasse e contributi. L'ultima goccia, una multa da duemila euro. "Io e mio marito non ci siamo mai svegliati una mattina dicendo i soldi li portiamo in banca. Le preoccupazioni erano sempre le spese da pagare come l'affitto. Eddy ha sempre lavorato onestamente, 16 ore al giorno. Mi ricordo il primo giorno che abbiamo aperto l'attività 21 anni fa, avevamo grandi speranze e Eddy mi diceva 'Lucia questo sarà il nostro futuro insieme'. Invece poi in un attimo tutto è svanito. Lui credeva veramente nel suo lavoro, lo faceva con amore e passione da quando aveva 14 anni".

La moglie di Eddy De Falco

"Il locale per lui era tutto, era come se fosse un figlio. Dopo il verbale Eddy è diventato un'altra persona, si è visto con le spalle al muro. Abbiamo cercato di rateizzare la multa ma gli ispettori hanno dato 24 ore di tempo prima di farci chiudere. Ma se chiudo il locale come faccio a pagare la multa?" Anche il fratello di Eddy, Arcangelo De Falco grida la sua rabbia: "Mio fratello non c'è più. Ha cercato di vivere dignitosamente, ma nessuno si è fatto sentire.Il fisco è grande con i piccoli e piccolo con i grandi"