Tetto di stabilità Renzi: “il 3% e’ anacronistico”


di | 20 Mar 2014

Tetto di stabilità Renzi. Il Premier parla alla Camera alla vigilia del Consiglio europeo. “Il 3% come parametro è oggettivamente anacronistico. Lo è oggettivamente. Lo rispetteremo perché la discussione oggi non è su questo. Noi vogliamo cambiare la commissione e le regole del gioco all'interno dell'Unione europea. L'Europa non è un'istituzione altra rispetto a quello che siamo noi". Non solo tetto di stabilità Renzi interviene anche sulle riforme costituzionali. "Noi abbiamo offerto un pacchetto di riforme che parte dalla riforma Costituzionale ed Istituzionale. Ed è la parte che più ha colpito i nostri partner europei. È fondamentale superare alcune istituzioni che hanno fatto il loro tempo e ogni riferimento al Cnel è voluto. Così daremo un segnale che prima di tagliare negli interventi che riguardano i cittadini partiamo da noi ”.

Cacciari su Renzi

L'analisi del filosofo: "La forza di Renzi sta, come ripeto da tempo, nella sua innocenza. Renzi, non essendo stato in alcun modo corresponsabile dei disastri commessi e delle parole spese a vanvera nel corso della scorsa generazione, è più credibile di altri. Ma mi chiedo se le cose che sta dicendo ora Taddei non siano uguali a quelle che diceva Letta. Sono identiche. Il problema della spending review non può essere il taglio lineare, tutti gli enti locali lo stanno ripetendo da anni. Ma dobbiamo ripeterci ancora queste cose? Sono ovvietà. L'unica cosa è vedere se Renzi ci riuscirà".